Immagini del Modulo

















Caratteristiche

Riguardo l'Imposta di Registro sui contratti di locazione, possono verificarsi due diversi tipi di violazione:
-- Omessa registrazione di un contratto d'affitto
-- Mancato o tardivo pagamento dell' imposta annuale
Maggiori dettagli nella sezione "Riferimenti di legge"   pag. SCHEMA di SINTESI

Modalità

Omessa registrazione di un contratto d'affitto, La violazione avviene nel caso in cui, il proprietario di un immobile stipula un contratto di locazione e ne dimentica la registrazione presso l'Agenzia delle Entrate, ed il pagamento della relativa imposta prima annualità.
Tale violazione è sanabile pagando l'imposta di registro oltre agli interessi e la relativa sanzione, nonché alla registrazione del contratto stesso.

Nell'inserimento dati viene richiesto: l'importo dell'imposta di registro dovuta, l'anno di riferimento, la scadenza originaria, la data di versamento, il codice tributo, il codice ufficio e gli eventuali estremi atto o documento (se necessario).

Mancato o tardivo pagamento dell' imposta annualeLa violazione avviene nel caso in cui, il proprietario di un immobile dimentica il versamento dell'imposta per annualità successive, che è sanabile, pagando l'importo dovuto oltre agli interessi e sanzioni.
Nell'inserimento dati vengono chiesti sostanzialmente gli stessi dati indicati nel caso precedente, ma la modalità di calcolo della sanzione varia.
In entrambi i casi, dopo aver cliccato il tasto "Calcola", nella seconda parte della schermata, verranno visualizzati in modo schematico due modelli F23. Nel primo verranno riportati i dati e la somma di imposta e interessi, mentre nel secondo, i dati della sanzione applicata.
Con il comando apposito    sarà creato un file pdf stampabile, dei 2 moduli F23 e le relative copie.

Il termine ultimo per poter usufruire del ravvedimento operoso fissato nei termini di legge, è di un anno dalla data della scadenza originaria, superato il quale l'applicazione avvisa che ci troviamo oltre il termine consentito.